Nascere umani, a Little arriva la biosofia del Centro Studi Eva Reich di Milano

L’importanza del contatto nella relazione mamma-bambino, ne parleremo con Margherita Tosi e Luisa della Morte 

Un appuntamento veramente interessante quello in programma per le 17,30 di domenica 17 settembre a Little!
Dedicato a tutte le future mamme e ai genitori dei piccolissimi, l’incontro si concentrerà sulla prevenzione primaria,  sulla importanza del contatto nella relazione tra la mamma e il bambino e come questo favorisca l’attaccamento. Si parlerà anche del minimo stimolo, che caratterizza il massaggio bioenergetico dolce, come modalità del contatto e della capacità di ascolto attraverso il massaggio.

Partendo dalla recente pubblicazione del libro Nascere umani (Mimesis edizioni) curato  dalla Dott.ssa Margherita Tosi, psicoterapeuta bioenergetica, e dalla Dott.ssa Luisa Della Morte, counsellor somatorelazionale, faremo un viaggio intorno ai bisogni della mamma e del bambino a partire dall’esperienza fondamentale della vita umana: il parto. 
L’obiettivo è quello di ribaltare la percezione comune secondo cui il dolore si cura attraverso il sistematico ricorso ai farmaci, mentre è necessario un cambio di mentalità, una medicina che metta al centro i bisogni delle madri e dei neonati perché “La Pace nasce nell’utero”.

Saranno presenti le autrici Margherita Tosi e Luisa Della Morte, fondatrici del Centro Studi Eva Reich di Milano, che porteranno a Ferrara la loro pluridecennale esperienza.

Il Centro Studi Eva Reich di Milano  ha come obiettivo la diffusione e la pratica della Bioenergetica Dolce di Eva Reich e Silja Wendelstadt, attraverso il Massaggio a Farfalla e il Pronto Soccorso Emozionale.
Il Centro promuove la formazione in Bioenergetica Dolce  e l’intervento per prevenire e curare i traumi della nascita e le crisi bio emozionali nei primi mesi di vita del bambino. 

ZONA ARANCIONE

Domenica 17 – ore 17,30 – 18,39 NASCERE UMANI

+Copia link

0 Responses to “Nascere umani, a Little arriva la biosofia del Centro Studi Eva Reich di Milano”